Tags

c’è chi nella vita costruisce altari di ricordi, chi non riesce a buttare nulla perché misura il vissuto attraverso reliquie.

personalmente ho una memoria peculiare: ricordo perfettamente libri letti più di 20 anni fa e, nel contempo, non ricordo i nomi dei miei compagni di classe. ogni singolo giorno ricordo, pavlovianamente, determinati orari perché mi rammentano momenti estatici e persone che ho considerato speciali (perché la sola idea di avere un anniversario quotidiano è indicativa di molte cose)…

in ogni caso, come molti, mi è capitato di affidare ricordi ad oggetti.. non si tratta di ricordi ‘vivi e spesso rievocati”, si tratta di “passaggi acquisiti ed atmosfere”.. primariamente legati all’infanzia

è devastante quando un custode di questi artefatti sceglie di liberarsene per avere dello spazio in più che, comunque, non utilizzerà

Advertisements